La patologia della prostata

Analizziamo i disturbi urinari e i primi problemi che può dare la prostata

Tra le problematiche che affliggono gli uomini soprattutto dopo i 50 anni, c'è la gestione del flusso urinario in relazione alla patologia prostatica. Parlando di prostata la maggiore preoccupazione è ovviamente quella del tumore prostatico ma il più frequente evento che si può verificare è rappresentato dalla cosiddetta Ipertrofia Prostatica Benigna (IPB).

Questa, quando particolarmente spiccata, può generare molteplici e spiacevoli disturbi fino alla difficoltà di emettere le urine ed alla necessità di posizionare, talora in urgenza, un catetere vescicale. Per completezza, oltre queste due patologie è necessario ricordare la prostatite che, possibile a tutte le età, si può manifestare con un quadro clinico acuto di tipo infettivo.

Grazie ai comuni mezzi di informazione è ormai noto come tutti gli uomini dai 45/50 anni vadano incontro ad un ingrandimento più o meno importante della prostata al quale può accompagnarsi una iniziale difficoltà ad urinare.

Questo accade perché la prostata, una ghiandola che fa parte dell'apparato riproduttivo maschile, che si trova sotto la vescica e davanti alla parete anteriore del retto, crescendo di volume interferisce con la normale fuoriuscita dell’urina dalla vescica (fenomeno ostruttivo). 

Dal punto di vista "soggettivo",  i disturbi urinari possono essere vissuti come un problema da parte del paziente, oppure possono essere misconosciuti; nel primo caso solitamente il paziente si rivolge ad uno specialista urologo il quale,... Accedi o registrati gratuitamente al sito per continuare a leggere l'articolo 

This section of the article is only available for our subscribers. Please click here to subscribe to a subscription plan to view this part of the article.

 

 

 

 


Medicina specialistica privata